La storia di una Strega e Menhir

Al centro di una radura perso nella foresta (celtic) era una strega. Ha sfoggiato un lungo abito di velluto color smeraldo che accarezzava la terra con delicatezza e un'infinita cascata di capelli mossi simile alla morbidezza del jet. Aveva una pelle chiara, i riflessi della luna e un gatto-come colpo d'occhio, una volta ammaliante e piercing. Questa strega è stato dotato di una potenza di ben particolare, che la Magia delle Piante, che è stato così, lei è una sacerdotessa della Natura. Nessuna erba a lui sconosciuta, nessun albero non aveva più segreti per il mago. Lei conosceva l'arte di raccogliere le piante e inventare varie preparazioni, mentre il rispetto, la venerazione. Era conosciuto nel quartiere come un guaritore, ma era anche la paura, la Magia delle Piante, che può portare Gioia, riposo, ma anche di Malinconia. Se la strega è un maestro della Magia delle Piante, è stata anche la Magia del Suono. Al villaggio più vicino, durante notti tranquille, gli abitanti del villaggio potevano sentire un paio di note provenienti dalla foresta, fuggì dalla sua arpa. Quest'arpa, lei aveva fatto anche con il legno gentilmente preso in prestito dal suo amato, il suo albero di salice protettore. Aveva preso alcuni dei suoi lunghi capelli e si era tuffato in soldi per fare le corde. Così, un puro e suggestiva è stata la sua arpa.

Una mattina presto, mentre la nebbia nappait il paesaggio, la strega decise di andare ad esplorare una parte della foresta che era strano per lui, in cerca di erbe rare. Ha appeso la falce di rame per la cintura del vestito, prese il cestino di raccolta e varca la soglia della sua izba. Appena il bordo della foresta è raggiungibile, la strega si fermò morto nella sua tracce e fece un mezzo giro. Lei tornò al suo cottage per recuperare la sua arpa che ha legato la sua schiena e ripartire di più bello. Si è proceduto da un non molto fiducioso il cuore di legno, fino a quando si raggiunge il bordo della foresta che era strano per lui. In questa parte del bosco che sembrava più denso, più antica, l'aria è permeata con le sue energie. La strega scesi nelle profondità di questo nuovo sylve, senza prestare attenzione al suo modo, né alla lunghezza del tempo impiegato. Camminato per pochi minuti o diverse ore ? Lei non lo sapeva e curati punto. Poi cominciò ad essere stanco, la strega vide in lontananza un sottile sentiero appena disegnato, incorniciato da un paio di campanule. Fino ad oggi, non avevano trovato di erba, che sarebbe utile, solo una vasta foresta, sul pavimento di pervinche e ivies aggrovigliati. Ha poi scelto di seguire la sottile percorso dove in frantumi un paio di colpi di luce attraverso le cime degli alberi e l'atmosfera sembrava più leggero. Sarebbe ancora un paio di no, e se ogni erba c'era il suo occhio, sarebbe tornata a casa sua. La strega ha raggiunto la fine del percorso, condurre da nessuna parte, quando ha sentito un sussurro lontano, trasportato dalla brezza. Il suo sguardo rivolto verso l'origine di questo sussurro, ma non vide nulla. Incuriosito, ha camminato in direzione di sussurri che ha sentito di nuovo, appena udibile. La strega continuò ad avvicinarsi, le parole diventando gradualmente intelligibile al suo orecchio. " Approccio, ho bisogno di voi. "E' stato allora che ha scoperto una fantastica pietra, così alta che ha frequentato le cime di alcuni alberi.

A bocca aperta, la magnificenza della pietra sollevato, e la strega si fermò congelato un momento, dimenticare i suggerimenti visto prima. Fissò la pietra con meraviglia, e fece istintivamente un breve riverenza, come segno di saluto e rispetto. In questo momento, i sussurri diventato una voce netta, ma non per questo meno misteriosa. " Ho bisogno di te ". La strega guardò, sorpresa, la pietra, gli parlò. " Vi racconto la mia storia. "La strega mettere giù la sua cesta a terra, così come la sua arpa. Si inginocchiò ai piedi delle statue-menhir e apprêta ad ascoltare la sua storia di vita, affascinato. La pietra ha iniziato le sue memorie con un discorso lento, la mistica, in cui ogni parola sembrava di essere in carica di potere.

" Ho visto il giorno in cui è stato molti anni, eretta dai druidi del vecchio tempo. Ho sempre saputo che in questa foresta. Al momento, lei era viva, si estendeva su molte terre e fonte di vita infinita. Ma oggi va di noia, allo stesso tempo, che il mio potere è in declino. Io non sono la sola pietra lanciata, ci sono stati nove, in modo da formare un cerchio magico. Siamo stati il Cerchio di Sylve Smeraldo. Il nostro Circolo è stato un luogo di incontro e di meditazione per i druidi e maghi della Natura. È qui che si sono svolti i riti magici, celebrazioni, matrimoni, preghiere, invocazioni. È qui che hanno onorato la Natura e che hanno disegnato la loro magia, i miei compagni ed io nutrire la terra e il legno del nostro potere. La nostra vita quotidiana è piena di musica, danza e musica, ogni rito, ogni celebrazione nutrire la nostra magia. Una completa armonia è stata stabilita tra l'Uomo, la Pietra e la Natura. Ma ora è finita, sfuggente come un battito delle ali. Uno dopo l'altro, tutti i druidi sono andati, i wizards sono stati costretti a rintanarsi in ombra e la nostra conoscenza è caduto nel dimenticatoio. Le epoche si sono succeduti, denigrando sempre un po ' di più il valore della Natura e le antiche usanze. La Sylve Smeraldo caduto nello stesso tempo che il Cerchio si era rotto. Uno per uno, i miei compagni sono stati sconsacrati, sdraiato, rotto, indebolendo la nostra alimentazione e della foresta, che ha perso la sua bellezza, il suo prestigio. La magia di sinistra di questo legno, che era sempre stata culla di incanto. Ora c'è solo me, l'ultimo vestigio della magia che regnò una volta. Ma il mio si spegne un po ' di più ogni giorno, come la mia solitudine cresce, e cado nell'oblio e nell'indifferenza ".

Dolorose lacrime scorrevano giù per le guance della strega, mentre il menhir vicino alla fine della sua storia. Un breve silenzio si stabilì, molto carico di ricordi, di nostalgia e di tristezza. La strega alzò di nuovo lo sguardo i suoi occhi umidi per la pietra e chiese :" Come posso aiutarti ? ". E pietro gli rispose e disse : " Tutti gli uomini mi può vedere, ma pochi sono quelli che mi ascoltate. Portare la magia di Antiche in voi, non sento niente, con la vostra presenza. Con il vostro aiuto, sono riuscito a recuperare la mia vitalità e la mia forza, dando così la Sylve d'emeraude una parte del suo splendore e della sua magia dei tempi passati. Si impegnano a fornire questo supporto, in cambio ti farò ciò che tu desideri. Dimmi, che cosa vuoi ? ". La strega rispose con un vago sguardo sul suo cesto di raccolta, completamente priva di qualsiasi erba di sorta. Poi mi prese timidamente la parola :" Io vi aiuto con devozione nella vostra ricerca. Il mio desiderio sarebbe quello di essere in grado di trovare una grande varietà di erbe magiche e medicinali per i miei preparativi. Ma come faccio a portare il mio aiuto ? ". Il menhir rispose, la sua voce era in crescita, come il collegamento con la strega è filata, al punto che lei non sapeva più se la voce proveniva dalla pietra o dall'interno della sua mente. " Ho bisogno di questo posto per vivere, per continuare a esistere. Mi onora con la vostra presenza, per la vostra considerazione, fammi un posto nella vostra memoria e, soprattutto, suona per me ". Una leggera brezza si alzò quindi, portando un turbinio di foglie di abbracciare delicatamente l'arpa della strega. " È con piacere che voglio giocare con voi, ma la mia arpa, come la mia magia, solo sa come giocare con tre brani : la gioia, la malinconia e il sonno. "La pietra rispose :" Quindi dovrò portare le erbe associati con i brani su cui si vuole giocare. Ogni melodia felice io ti doterai di Santa Erbe della Fata, il Sopracciglio della Luna, la spina Dorsale del Legno, del Capo Ladies, il Balsamo, Selvatico, Oro Sangue e l'Erba Sacra. Per tutta la musica soulful io ti circonderò di corno di Cervo, Mela Verde, frutti di bosco del Defunto, Cappotto Alberi, Uva, il Sangue, e le Erbe per le Streghe. E per ogni canzone del sonno, si posséderas il Cofano del Lupo Blu, il Ciliegio della Bella Signora, Erba, Fuoco, Apple Endormeuse, il Guanto di Veleno, il Fiore di Divinazione, l'Erba di Circe, e l'Uva della Strega ".

La strega annuì, tenuta il contratto con la pietra. Lei si alzò e cominciò senza in attesa di iniziare una canzone, la sua arpa comodamente seduti nell'incavo del suo braccio. Ancora commosso dalla storia di pietra in piedi, la strega cominciò con l'aria di un noto marcia funebre. Come le sue dita danzavano con le corde, le note di rosa e di eco la Sylve sembrò risvegliarsi dolcemente. La strega, assorbito dalla sua musica, non è riuscito a capire che un cerchio di piante intorno a loro, adesso, i menhir, con qua e là un po ' di Ciliegia Bella Signora, di Erbe e di Circe. È rimasto in gioco per un momento, del tutto privo del concetto di tempo. Ha finito con il calorosamente ringraziato il menhir e siamo andati a raccogliere alcune erbe e poi tornò a casa sua, promettendo in pietra a tornare molto presto.

Da quel giorno, dove la possibilità, che non è certo, aveva portato la strega al menhir, ritorna ogni settimana. Anche se il Cerchio di Sylve Smeraldo non è stato ripristinato, era di nuovo un luogo di vita, di magia, di rituali, di musica, di canto. La foresta irradiata di nuovo con il suo splendore, molti animali selvatici che vivevano lì, ora, alcuni anche di avventurarsi alla periferia di menhir di godere dei suoni inquietanti dall'arpa. Per parte sua, la strega sbocciato un po ' di più ogni giorno per il prezioso rapporto che hanno tra la pietra e la foresta. Il suo potere è cresciuto così tanto che il legno è rigenerato, il suo spirito è legata a quella del menhir, portandolo a volte frammenti della sua memoria e immagini del passato. Ha continuato a giocare per il menhir, fino a comporre melodie, che ha raccontato la sua storia. Così, non sarebbe mai stato dimenticato. Alla fine di ogni visita, la strega usato per raccogliere le erbe che le sue note aveva fatto crescere e ha ringraziato la pietra per questo dono inestimabile. Lei non era lento ad osservare che queste erbe hanno goduto di un particolare tipo di autorità, le virtù di ogni pianta è aumentato. La sua preparazione è diventato ancora più efficiente e molto popolare. A suo modo, la strega che stava inondando il mondo di nuovo la magia del Sylve Smeraldo.

Translated by Yandex.Translate and Global Translator

Traccia dal tuo sito internet.

Si potrebbe anche amore

Commenti

  • il Bastardo Melanie

    Scritti su 1 agosto 2018

    Risposta

    Mi piace questa storia è sublime

    mi riporta all'infanzia, presso la scuola primaria dove con i migliori maestri che non ho mai avuto mandato me nel bosco per ascoltare il suono degli alberi e uccelli per imparare i nomi delle piante e mi raccontano storie di fate e di folletti
    ancora oggi, anche se l'ho cresciuto io tornare a vedere lui in pensione nella sua piccola casa in fondo il legno di dirmi le sue storie e ammirare il suo giardino, ricco di piante medicinali misto nel giardino.
    Ho sempre questa sensazione con lui che quando sto camminando nei nostri boschi, i celti posso vedere uno spirito della foresta che io sono nel bosco, dove oltre ad ammirare gli alberi e le rocce hanno una vita come nelle leggende dei celti.
    Quest'anno ho danza in uno spettacolo di danza, in bretagna, che narra la leggenda celtica di matrimonio di pietro e stranamente ho questa sensazione di essere trasceso, forse è il potere mistico di pietre preziose che mi rende orgoglioso di perpetuare la leggenda e a parlare di loro.

    Grazie mille per questo bel racconto di strega e menhir, mi ha ricordato i ricordi.

  • Andreya

    Scritti su 1 agosto 2018

    Risposta

    Ciao Erin,

    Grazie mille per questo meraviglioso racconto, che comprende i miei temi preferiti per conoscere una strega, le piante, la foresta, la connessione e la comunicazione con lo spirito(s) della natura, la stregoneria, che lo porta a vivere in un luogo in cui la magia è andata...

    Mi sento vicino alla strega di questo racconto : la mia piccola casa in una radura nei pressi della foresta, i miei capelli lunghi e ricci, la mia pelle, i miei occhi verdi sono chiamati misterioso, la magia delle piante, che è uno degli argomenti che mi interessa di più in una stregoneria (anche se ho ancora molto da imparare in questo settore...). Mi piacerebbe avere la possibilità di vivere una bella avventura, ma io sono in Angiò, e non vicino alla foresta celtica....

    È lei che ha scritto questo racconto? Se sì, è davvero molto bello e ben scritto. Sperando che siano gli altri a seguire.

    Bella notte a te cara Eryn.

    Andreya

  • Andreya

    Scritti su 1 agosto 2018

    Risposta

    Ho dimenticato di dire che le foto che hai fatto per illustrare l'articolo davvero molto bello anche...

Lascia un commento

Close
%d blogger piace questa pagina :